Press

04.02.13

dalla guida Slow Wine 2013
VITA – L’azienda della famiglia Tessari vinifica fin dal 1890: la storia si respira nell’imponente villa del Settecento, attorniata da orti, vigneti e da un parco secolare. La chiesetta consacrata (il campanile è stilizzato nel logo) è un gioiello: una volta i frati Cappuccini officiavano qui, ecco il motivo del nome aziendale. Dal 1988 la quarta generazione dei Tessari imbottiglia il proprio vino. Sisto, agronomo, Pietro, enologo, ed Elena, responsabile marketing, conducono l’attività con grande passione.
VIGNE – Dopo un evento negativo come una gelata che distrusse i vigneti, i fratelli Tessari decisero di reimpiantare nel 1985 le vigne iniziando a condurre le viti in regime biologico. I 37 ettari sono in due corpi: uno attorno alla villa, dai suoli caratterizzati da roccia basaltica di origine vulcanica, e l’altro, poco lontano, su terreni di origine alluvionale. Guyot e pergola veronese modificata sono i sistemi adottati dai Tessari per le loro amate vigne.
VINI – La cifra stilistica trova espressione nella pulita linearità, nella caratterizzazione e grande piacevolezza di tutti i vini, compresi quelli dolci. Cremoso, suadente e godibilmente equilibrato il Metodo Classico Millesimato Brut VILLA BURI L.T.. Nella sezione dedicata al vitigno principe dell’azienda, la garganega, spaziamo dal rotondo ed elegante Soave Fontego 2011 alla naturale e delicata semplicità del Soave 2011, fino al più complesso Soave San Brizio 2010, con note vanigliate e mielate, che affina in tonneau. Nei rossi, entrambi barricati, ecco il Campo Buri 2009, dai sentori speziati e il Madego 2011, di bella proporzione e buona bevibilità.
VITICOLTURA: BIOLOGICA CERTIFICATA
CONCIMI organico minerali, letame naturale, sovescio
FITOFARMACI rame e zolfo, organici
DISERBO meccanico
LIEVITI selezionati
UVE 100% di proprietà